La psiconeuroendocrinoimmunologia

La visione della PNEI dell’asse cervello-pancia

La Psiconeuroendocrinoimmunologia, si occupa dell’ interazione reciproca tra il comportamento, l’attività mentale, il sistema nervoso, il sistema endocrino e la risposta immunitaria degli esseri umani.

In questa visione, si evidenzia un secondo cervello, cioè una fitta rete nervosa delle pareti interne del tratto gastro-intestinale, la quale svolge un ruolo in gran parte indipendente dal cervello centrale a cui è certamente collegata dal sistema nervoso autonomo, ma da cui non dipende per il suo funzionamento.

Questa rete nervosa, chiamata sistema nervoso enterico o sistema enterico, è in stretto collegamento con il sistema endocrino, che è molto diffuso all’interno dell’apparato digerente ad opera di cellule endocrine sparse nella mucosa gastrointestinale.

Ma lo è anche il sistema immunitario, che in questa parte del corpo assume anch’esso l’aspetto di un’ampia rete linfatica, dove circolano i linfociti.

La linfatica e la nervosa sono due reti che scorrono l’una sull’altra in una ben determinata zona del tessuto dell’intestino tenue, nella tonaca sottomucosa.

La nostra pancia si presenta quindi come un potente complesso neuroendocrino – immunitario integrato che svolge funzioni con un largo margine di autonomia, ma che al tempo stesso, subisce continuamente e pesantemente il confronto innanzitutto con l’esterno (il cibo), ma anche con l’interno (il cervello, le sue emozioni, i suoi disturbi, le sue malattie.)

Esiste pertanto un’asse cervello-pancia, garantita dalla connessione bidirezionale sistema nervoso centrale – sistema nervoso autonomo – sistema nervoso enterico.

Il cervello controlla l’assunzione qualitativa e quantitativa del cibo; la pancia, a sua volta, tramite le influenze che il cibo ha sui sistemi endocrino, immunitario e nervoso, condiziona il funzionamento del cervello e della grande connessione.

Si sente sempre piu’ parlare del Sistema Nervoso Enterico, come del nostro “secondo cervello”,  poiché i nervi simpatici e parasimpatici del Sistema Nervoso Autonomo si innervano nei muscoli intestinali.

Nonostante la correlazione tra i due sistemi, recenti ricerche scientifiche hanno dimostrato che la maggior parte dei neuroni enterici non sono collegati al Sistema Nervoso Centrale, e che quindi il Sistema Nervoso Enterico non è “schiavo” del cervello, bensì un ribelle che puo’ scegliere se obbedire o meno agli ordini del cervello o del midollo spinale, quindi è un secondo cervello.

Inoltre, poiché il Sistema Nervoso Enterico presenta delle connessioni con Sistema Endocrino e col Sistema Immunitario, il nostro intestino è un complesso neuro-endocrino-immunitario integrato, un complesso sistema, una rete dialogante, che svolge funzioni con un largo margine di autonomia, ma che al tempo stesso, subisce pesanti influenze sia dall’ambiente esterno (per es. dal cibo,) che dall’ambiente interno.

 

 

 

Tags:
,