L’importanza del Massaggio Sonoro

Tutto ciò che è in natura vibra, il corpo umano è formato da cellule che vibrano in varie frequenze armoniche quando si trovano in uno stato di omeostasi.

Scopri come un massaggio sonoro può essere utile per contrastare lo stress derivante dal burnout lavorativo ma anche della vita quotidiana.

 

Dalla millenaria tradizione originaria del tibet ci viene tramandata questa potente pratica che agisce a livello vibrazionale.

Tutto ciò che è in natura vibra.

Ciò che noi siamo abituati a chiamare suono, parte da un’onda, che facendo pressione attraverso l’aria, diventa suono quando arriva al nostro orecchio perché ne cambia la vibrazione trasformandola in stimolo elettrico che arriva al cervello ma anche in tutto il corpo.

Forgiare una campana che produca suoni armonici è un compito altamente specializzato, è necessario avere la competenza per lavorare e fondere una lega di 7 metalli da cui nascerà la ciotola che dovrà essere accordata da mani esperte secondo specifici criteri.

In una sessione di massaggio sonoro, una campana tibetana armoniosamente accordata, produrrà suoni armonici che avranno un effetto benefico sulla persona e anche la capacità di riordinare la materia.

Infatti, è stato dimostrato che suonando una campana tibetana piena d’acqua, o utilizzando polveri o granulati, si ottengono movimenti e forme differenti.

Tutto questo è possibile poiché un suono “armonico”, comunica un’informazione “armonica”.

Il nostro corpo è formato per un’altissima percentuale da acqua che è coinvolta in quasi tutte le funzioni del nostro corpo; essendo inoltre un mezzo di trasporto velocissimo per le vibrazioni,  recepisce immediatamente un suono perfettamente armonico diffondendo l’informazione corretta che si era perduta.

Il corpo umano è formato da cellule che vibrano in varie frequenze armoniche quando ci troviamo in uno stato di omeostasi.

In questo periodo storico, il progresso ci ha trascinati a dover sostenere uno stile di vita sempre meno favorevole ad una buona e sana qualità della vita e troppo spesso ci troviamo a dover convivere con stati alterati sempre più difficili da sostenere.

Alla lunga, disarmonie, stress, insonnia, cattiva digestione, disturbi dell’umore e purtroppo tanto altro ancora, possono generare problematiche che se protratte nel tempo, possono conclamarsi in vere e proprie patologie.

Il massaggio sonoro è benefico perché oltre ad indurre in uno stato di profondo benessere, utilizza suoni che vengono riconosciuti che fluiscono in tutto il corpo diffondendo un informazione di ripristino dell’equilibrio perduto.

I massaggi sonori sono ideali per ogni tipo di blocco fisico, emozionale o mentale, questo rispecchia il concetto “olistico”, ovvero prendere in considerazione la persona tutta per intero stimolando la guarigione interiore.

Dopo questo tipo di trattamento, l’energia riprende a fluire liberamente e in modo vantaggioso, si ripristinano calma ed equilibrio, le forme – pensiero negative sfumano, ci si sente più presenti a sé stessi, si acquisisce una visione della vita più serena perché si è innescato un cambiamento.

Non possiamo resistere all’informazione di armonia che ci pervade, perché noi siamo armonici.

La formazione per esercitare questa disciplina in modo professionale e competente dura un anno intero e inizia da un lavoro profondo personale che ci mette in connessione con il mondo delle vibrazioni che non smette mai di affascinare.

Le tecniche con cui si viene a contatto sono svariate, l’operatore deve sensibilizzarsi per trovare la frequenza giusta di risonanza utile alla persona ricevente che non potrà non accorgersi della profondità del trattamento.

Si lavora con le persone, non con le patologie, il massaggio sonoro non costituisce un atto medico e nemmeno c’è l’intenzione di sostituirsi alla professione medica tradizionale.

Anzi, dovrebbe funzionare una collaborazione con la medicina ufficiale, poiché queste tecniche antiche, possono quantomeno alleviare gli effetti negativi derivanti da stati patologici migliorando la qualità della vita di chi da tempo convive con situazioni dolorose e debilitanti ed è bene sapere che non esistono controindicazioni.

È bene ricordare che la natura tende sempre all’equilibrio ma lo guadagna sempre grazie allo squilibrio.

La riarmonizzazione è l’esatto punto in cui corpo mente e spirito sono allineati, fa si che la persona ricordi la sua originaria vibrazione armonica.

È la potenza del suono OM, il suono dell’universo dal quale proveniamo e che ci appartiene, le cellule lo riconoscono immediatamente.